il Peccato

Volevo affrontare questa sera un altro tema… ad esempio cos’è il peccato?

istintivamente ci viene da dire qualcosa di proibito, da chi? da Dio,
ma perchè Dio l’essere onnipotente dovrebbe proibirci qualcosa, per quale motivo, per un capriccio? penso proprio di no, ovviamente quelle che sto esaminando sono solo semplicemente mie piccole riflessioni.

Ma proviamo a ragionarci, su… forse il peccato dovrebbe legarsi strettamente ad un concetto di giustizia e alla sua trasgressione, ma cos’è la Giustizia? o meglio cos’è la giustizia da un punto meramente religioso… una volta durante il mio percorso di studi all’Università mi sono imbattuto in una frase paradossale che provava a spiegare la contrapposizione tra predestinazione e libero arbitrio, il tema oggetto di tale frase era appunto la giustizia e recitava: “una cosa è giusta perchè l’ha decisa Dio o perchè Dio è Giusto” bene, per me è il modo sbagliato di porre il problema… dal mio punto di vista è la Giustizia stessa un modo di espressione di Dio, non si possono scindere i due la giustizia esiste in Dio e Dio è giusto.

Allora tornando al peccato, il peccato è una devizione dalla Giustizia di ognuno di noi… perchè noi dovremmo deviare dalla giustizia? semplicemente abbiamo la possibilità di farlo e molto semplicemente perchè a volte non riusciamo ad avere gli elementi per compiere azioni sensate e compiamo quelle che in uno specifico momento ci sembrano quelle più “giuste” ma questo è dovuto ad un deficit di elaborazione e di informazioni probabilmente… non peccare dovrebbe essere la scelta più razionale di ognuno di noi ma a volte non ci riusciamo… non riusciamo a computare tutte le varie possibilità perchè per nostra stessa natura semplifichiamo e accettiamo il vantaggio immediatamente disponibile… questa mia concezione simile alla virtu di socrate ha dei suoi difetti lo ammetto, come ad esempio se noi non siamo in grado di computare tutti gli elementi in realtà siamo in buona fede e quindi non pecchiamo, perchè il peccato può compiersi solo in malafede… ma io non ho mai detto ne voglio dire che sia semplice riconoscere sempre il bene dal male richiede uno sforzo, ma questo sforzo che noi potremmo chiamare “buona volontà” è nelle nostre corde… il bene (Dio) è la scelta più sensata che il nostro cervello razionale può compiere… ma occorre un impegno da parte di ciascuno di noi per capire dove esso si trova… ovviamente non sto parlando di quelle cose evidenti che si evincono immediatamente nella realtà, non uccidere, non rubare, aiutare il prossimo, mi riferisco a quelle piccole cose nelle quali ci sembra “di non fare del male a nessuno” e che ci danno un vantaggio immediato… per comprenderle dovrei esaminare un caso specifico di un qualcosa che proprio non sembra peccato e dimostrare che lo sia, ma forse è complicato in questa sede ma mi riservo di farlo in un nuovo post o in un aggiornamento di questo… in effetti la cosa che vorrei approfondire meglio è la concezione che la strada del non peccato che possiamo chiamare del bene è la strada che conduce l’uomo alla felicità perchè ci porta alla nostra naturale evoluzione e qui si apre un altro argomento da approfondire qual’evoluzione dell’Uomo, l’Amore? e cos’è l’Amore? beh alla prossima 😉

Sman

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...